categoria azienda Io & Bio
logo Io & Bio
Io & Bio
Prodotti Vegan, Biologici, Macrobiotici a km 0
Prodotti Vegan, Biologici, Macrobiotici a km 0


ALIMENTAZIONE



Io&Bio nasce nel maggio 2013 a Casale Monferrato (Alessandria) per la volontà dei suoi titolari di diffondere nel consumatore comune la consapevolezza, la conoscenza e la cultura dell’acquisto etico ed ecologico.


Eliminando il più possibile la distribuzione organizzata dei grandi supermercati, Io&Bio è divenuta un punto di incontro diretto tra il consumatore e il produttore ed ha dato vita ad una nuova concezione del punto vendita, che unisca valori, sapori e tradizioni di un tempo alla consapevolezza dei giorni nostri.

“Mi piace l’idea che la bottega Io&Bio sia un luogo dove consumatori sempre più consapevoli possano incontrare produttori sempre più attenti e che da questo possa crescere un nuovo protagonista: il consumatore che acquista al di là delle imposizioni del mercato, in modo Equo, Ecologico ed Etico.”


Scegliere il commercio equo e solidale significa scegliere cibi più buoni, non solo dal punto di vista qualitativo. Buono per lo stomaco, buono per chi lo produce, buono per chi lo rivende, buono per gli animali e buono per la terra che in primis ce l’ha offerto.









I princìpi che accomunano Io&Bio

e il Consumatore Attento sono:


   Consapevolezza: ogni acquisto ha delle ovvie ricadute su ambiente e società. Ciò vale per il consumatore tanto quanto per il rivenditore, che sceglie i prodotti da inserire negli scaffali


   Etica: nella scelta di un prodotto che non derivi dallo sfruttamento e non inquini (si pensi a quanto incide il trasporto degli alimenti provenienti da oltreoceano)


   Prezzo Equo: determinato dalla scelta di una costante ricerca di produttori locali, su base il più possibile artigianale

Alimentazione etica


Da tempo si discute delle implicazioni delle nostre scelte alimentari e di come si possa mangiare per migliorare la salute e non danneggiare niente e nessun altro.


Talvolta, perseguire l’etica, il benessere psico-fisico e la consapevolezza sembra costringere il consumatore a limitare la scelta ad un pasto scarno e semplice, come l’insalata. Tuttavia, la vera domanda non è “cosa mangiare per stare bene?” ma “cosa vuol dire davvero mangiare in modo etico?”.


Gli obiettivi da raggiungere in questo senso sono principalmente tre: nutrirsi correttamente, in modo da restare in forma e non ammalarsi, scegliere i cibi che non causino danni ad altri esseri viventi e procurare il minimo impatto sull’ecosistema.

Posto questo, vi sono alcune considerazioni da tenere a mente quando si parla di alimentazione etica, fermo restando che il cibo è e deve restare un piacere, nonché un simbolo di identità:


  Le scelte alimentari influiscono sullo stile e la durata della nostra vita


  Scegliere cibi adatti alle proprie esigenze personali è importante


  L’etica riguarda anche il modo in cui vengono trattati i lavoratori e se il cibo ha provenienza locale o meno


  Gli effetti dell’allevamento intensivo ricadono sia sugli animali che sull’ambiente


  Alimentarsi in modo corretto significa anche controllare la provenienza del cibo e se questo è certificato biologico o controllato durante il processo di produzione

Dalla natura all’industria


È evidente, soprattutto in ambito alimentare, la necessità di incrementare la consapevolezza delle persone in merito all’acquisto e alla consumazione di cibi etici, in quanto questo ambito ha un legame sempre più profondo con la salute degli altri esseri umani e il benessere del nostro pianeta.


Va tenuto a mente, infatti, che negli ultimi anni le persone hanno fatto sempre più ricorso ad alimenti provenienti dalla produzione industriale – più economici e più “comodi” – causando un progressivo impoverimento della tradizionale cultura alimentare. Inoltre, gli standard sui quali si basa la produzione alimentare non esistono in natura, ma sono liberamente decisi dalle aziende.


Da questo deriva il fatto che negli ultimi anni l’etica alimentare ha incrementato la propria presenza nella cultura sociale, in cui si è sviluppata anche una crescente consapevolezza della necessità di trovare un equilibrio tra corpo umano e natura. Sta crescendo, quindi, il consumo di alimenti biologici, certificati e di chiara provenienza.

Il mercato equo e solidale


Un fattore determinante nell’affermarsi della consapevolezza alimentare è la conquista di spazi sempre più ampi di mercato da parte del commercio equo e solidale: sempre più italiani, infatti, scelgono di acquistare prodotti etici e di alta qualità, dichiarando di preferire spendere qualcosa in più per i prodotti che impiegano ingredienti italiani, che siano prodotti in Italia e che abbiano un sufficiente grado di chiarezza nell’etichetta.

Oggi, infatti, il rapporto cibo-consumatore è molto più complesso di un tempo e le scelte maturano in base ad una gamma di criteri ben più sfaccettata del binomio qualità-prezzo: il 90% circa degli italiani, infatti, oggi acquista un alimento solo se sa cosa sta comprando e se questo risponde appieno alle sue aspettative.


Il commercio equo e solidale, a proposito, ha l’obiettivo di garantire al produttore un prezzo giusto, assicurando la tutela del territorio e dei lavoratori, e si oppone alla produzione industriale dei grandi produttori.

Riapre oggi alle ore 16:00
Visualizza Orari
martedì
09:00
12:30
-
16:00
19:30
mercoledì
09:00
12:30
-
16:00
19:30
giovedì
10:00
19:30
venerdì
09:00
12:30
-
16:00
19:30
sabato
09:00
12:30
-
16:00
19:30
Via Saletta, 95
15033 - Casale Monferrato - Alessandria
Contatta
Io & Bio
informativa